Salta al contenuto

Il Taoismo: coltivare corpo, mente e spirito

Le arti del Tai Chi Taoista™ sono molto concrete, come è concreta la tradizione Taoista dalla quale hanno origine. Sebbene siano basate sui principi dell’alchimia interna, fattore da sempre centrale nella tradizione monastica Taoista, le arti insegnate dal Maestro Moy sono pensate per facilitare l’addestramento interno Taoista in un’era in cui la gente non vive più nei monasteri ma dedica il proprio tempo agli obblighi sociali e familiari.

L’alchimia interna

Cosa si intende per alchimia interna, nelle arti Taoiste? Il processo alchemico, o di trasformazione, implica cambiamenti sia nel corpo sia nella mente, verso livelli di funzionamento più elevati. Laddove il pensiero occidentale spesso separa mente e corpo in due entità distinte, nella tradizione Taoista la crescita sia mentale che fisica sono strettamente correlate.  Anche se talvolta è utile considerare separatamente gli aspetti fisici e quelli mentali o meditativi, il corpo e la mente sono insieme nel crogiuolo dell’alchimia interna Taoista. Non si può trasformare il corpo e non la mente e viceversa.

L’obiettivo dell’alchimia interna Taoista è “ritornare alla Fonte”, un concetto che ha diversi livelli e significati. Ad un livello, ritornare alla Fonte significa tornare a ciò che il Taoismo chiama il “Corpo Originale”, caratterizzato da buona salute e infinita energia. Da una prospettiva Taoista si tende a perdere il Corpo Originale o “D’oro” man mano che cresciamo e ci sviluppiamo nel mondo. Cattive abitudini alimentari, postura scorretta, stress e ansia fanno perdere al nostro corpo la salute e la vitalità che dovrebbe avere. Questa concezione del deterioramento del corpo è per molti versi compatibile con la visione occidentale del processo di invecchiamento, se non per il fatto che il Taoismo non vede come inevitabile il grave peggioramento della salute in genere associato all’invecchiamento. Al contrario, le arti Taoiste mirano a invertire questo processo di degrado, permettendo ai praticanti di invecchiare in modo più sano.

ancora-taoismo_tai-chi

Le arti Taoiste e la salute

Gli effetti salutari unici delle arti del Tai Chi Taoista™, così come vengono insegnati dal Fung Loy Kok, derivano dal fatto che sono arti complete ed integrate, lavorando su tutti i sistemi corporei, in profondità ma con delicatezza. Man mano che si progredisce, il Tai Chi diventa un esercizio sempre più interno, agendo sia all’interno del corpo, sia sulle strutture esterne.

Da un punto di vista orientale, queste arti favoriscono la buona salute attraverso il miglioramento della circolazione nel corpo del chi (qi) o energia interna. Secondo la medicina cinese, la cattiva salute si determina come risultato della compromissione del flusso di questa energia interna, attraverso specifici canali. I 108 movimenti sono concepiti per riaprire i blocchi lungo i meridiani, permettendo all’energia di fluire liberamente attraverso aree chiave del corpo e di nutrire e stimolare gli organi interni ai quali i meridiani sono collegati. Inoltre, questa forma di Tai Chi lavora per bilanciare e purificare l’energia interna come ulteriore strumento di trasformazione della mente e del corpo a livelli più alti di funzionamento. Ai suoi livelli più profondi, nel Taoismo questa formazione è un percorso verso la trasformazione “ultima” o l’immortalità.

I benefici per la salute delle arti Taoiste possono essere compresi anche nei termini dell’approccio occidentale alla salute. Lavorano, con gradualità e delicatezza, a trasformare potenzialmente ogni parte o sistema del corpo. Il principiante noterà probabilmente per prima cosa come il Tai Chi lavori sui grandi gruppi muscolari delle gambe, delle braccia e della schiena, rendendoli più duttili attraverso delicati allungamenti e permettendo contemporaneamente di rilassare tensioni muscolari, non necessarie. Questi allungamenti sono benefici anche per articolazioni, tendini e legamenti, portandoli attraverso la loro gamma completa di movimenti a raggiungere la massima flessibilità e diminuire il naturale deterioramento delle giunture che tende ad avvenire con l’età. Proseguendo la formazione, chi sta imparando continua a trovare il movimento e l’equilibrio a livelli sempre più profondi, portando benefici in ogni angolo del corpo. Allo stesso tempo, la pratica produce un rilassamento profondo, diventando una forma di meditazione, capace di trasformare il funzionamento di mente e corpo.

Natura originale della compassione

Come suggerito da questo aspetto meditativo, il recupero della salute fisica attraverso le arti Taoiste non è che una parte del processo di trasformazione. Ritornare al corpo originale è un aspetto vitale dell’alchimia interna del Taoismo e il “Corpo d’Oro” può essere visto come uno dei suoi frutti di maggior valore. Ma il processo di recupero del corpo originale non offre che uno dei significati del ricco concetto di “Ritorno alla Fonte”. Ad un altro livello, tornare alla Fonte significa ritornare alla nostra originale natura di compassione e altruismo.

I Taoisti credono che ci sia una scintilla di bontà in ciascuno di noi. È la natura originaria con cui siamo nati. Interagendo col mondo circostante, la nostra natura originale viene offuscata e diventiamo egocentrici accumulando cattive abitudini. La formazione Taoista mira ad eliminare queste debolezze, in modo che la nostra originaria natura di bontà possa di nuovo sfavillare e brillare, guidare i nostri pensieri e le nostre azioni. Quindi, malgrado il folklore spesso ritragga i Taoisti come eremiti che passano la vita meditando in grotte sperdute sulle montagne, le fondamenta sia del Taoismo, sia delle arti del Tai Chi Taoista™ sono la compassione e il servizio agli altri e si sviluppano nella vita di tutti i giorni. Condividendo le qualità salutari di queste arti, altruisticamente e senza cercarne un guadagno proprio, chi impara le arti Taoiste fa il primo passo verso il recupero di questa bontà intrinseca, nel Taoismo considerata fondamentale per una salute completa, e verso il ristabilimento dell’equilibrio e dell’armonia della condizione esistenziale originale o ideale.

Meditazione

Uno scopo collegato all’alchimia interna Taoista è il ritorno ad uno stato di coscienza nella quale possiamo vedere la natura originaria nel bel mezzo del groviglio di distorsioni che caratterizzano la nostra vita in questo mondo. Nella tradizione Taoista, la meditazione, che mira a raggiungere una condizione di quiete svuotando la mente dai pensieri, è da lungo tempo un importante mezzo per ottenerla. Quando siamo in grado di distogliere la coscienza dal mondo esterno, possiamo volgerci all’interno e vedere la nostra natura originaria. Non è facile raggiungere uno stato di “vuoto” e di quiete in mezzo alla vita quotidiana di oggi, super impegnata e complessa. È ancora più difficile raggiungere uno stato di calma senza rinunciare ad essere impegnati e attivi. La pratica delle arti del Tai Chi Taoista™ porta alla quiete perché la concentrazione necessaria per fare Tai Chi (e che si sviluppa durante l’apprendimento) occupa la mente, allontanandola da preoccupazioni e tensioni di tutti i giorni. Imparare a calmare la mente, anche durante i movimenti del set, getta le basi per integrare nel quotidiano  il principio della calma concentrata e il riconoscimento della nostra natura originale.

Accetto
Facciamo uso di cookie e altre tecnologie similari per tenere traccia delle visite al sito e le preferenze, nonché per misurare l'efficacia delle campagne e l'analisi del traffico. Per saperne di più sui cookie, incluso come fare a disabilitarli, vedi la nostra  Politica dei Cookie.  Cliccando "Accetto" acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra politica dei cookie.